Le Cascate di San Giovanni

Posizione: parchi

  • Descrizione
  • Info Utili
  • Mappa

Le cascate di San Giovanni si trovano sul versante chietino del Parco nazionale della Majella, non lontano da Guardiagrele, uno dei borghi più belli d'Italia. In un ambiente suggestivo e ricco di vegetazione,a quota 975 slm, il torrente Vesola compie due poderosi salti - uno di 35 mt  e l'altro di 15 mt.- che costituiscono le Cascate di San Giovanni. Le cascate si raggiungono seguendo un sentiero escursionistico che parte da Bocca di Valle, a soli 5 Km da Guardiagrele. L'inizio della sterrata è segnalato da un grosso tabellone in legno. Il sentiero natura, attrezzato con cartelli botanici dalla locale sezione CAI, costeggia prima il torrente Vesola  e poi proseguendo a destra su un sentiero abbastanza facile si passa per la sorgente della "Canneluccia" fino ad arrivare alle cascate. Tempo di percorrenza fino alla cascata 2 ore circa, dislivello circa 500 m. Il percorso si svolge quasi totalmente nel bosco ed è facile imbattersi in alcune splendide specie di fiori come la pinguicola, l'orchidea e la genziana  o in scoiattoli, volpi e cinghiali e diverse specie di uccelli.

Si può parcheggiare l’auto in Località Bocca di Valle (frazione di Guardiagrele) vicino al ponte dove c’è la fontana. Dopo aver visitato il Sepolcro dell’eroe di Guerra Andrea Bafile, ci si può incamminara lungo la valle, risalendo il torrente “ Vesola” ad ammirare le bellezze naturali, proseguendo, fino in alto, si arriva alla Cascata San Giovanni (sentiero F2 nuova segnaletica 24 vecchia segnaletica).

Il Sacrario di Andrea Bafile

Immancabile la visita al sacrario di Andrea Bafile, un uomo che ha dato la vita per i propri commilitoni con l’umiltà e la forza che hanno contraddistinto da sempre gli abbruzzesi veraci. Il sacrario merita una visita sia dal punto di vista spirituale che architettonico visto che è stato scavato interamente nella roccia.

La Cascata San Giovanni
Il percorso si snoda quasi completamente in salita all’andata, e se lo si vuole ripercorrere al ritorno, lo si ripercorre in discesa con poca grazia per le ginocchia. Arrivati alla fine si avverte il piacere della conquista, in una sorta di sfida con se stessi. Credo che siano poche le sensazioni simili nella vita. La cascata è tremendamente bella. La portata dell’acqua è massiccia e il rumore dell’acqua che cade giù, raggiunge la soglia massima di sopportabilità in decibel. Dalla base della cascata si mescola una corrente d’aria molto forte e fredda insieme ad una nuvola d’acqua che raggiunge i 20 metri di distanza.

Scheda Tecnica
Sigla sentiero: F2


Intersezione con: F1 – F5

Denominazione sentiero: Cascata di San Giovanni (Guardiagrele)

Località di inizio e di arrivo: Bocca di Valle

Difficoltà escursionistica: E – ESCURSIONISTI

Dislivello in salita: 500 m. circa

Dislivello in discesa: 550 m. circa

Lunghezza: Km. 6,950

Tempo di percorrenza: 3h. 00’ circa

Punto acqua: Bocca di Valle

 

CERCA STRUTTURE PER

  • CATEGORIA
  • COMUNE
CERCA

COMUNI LIMITROFI